Skip to content

La storia di Bvlgari

Fondato a Roma nel 1884 da Sotirio Bulgari, argentiere greco di talento, il marchio si afferma rapidamente come emblema dell’eccellenza italiana, particolarmente evidente nel pregevole savoir-faire e nelle magnifiche creazioni gioielliere.
Negli anni, le generazioni Bulgari hanno dato vita a uno stile distintivo caratterizzato da vivaci combinazioni di colori, volumi dall’equilibrio raffinato e motivi inconfondibili che celebrano le origini romane della Maison.
Senza mai dimenticare la propria tradizione culturale, Bvlgari ha introdotto innovazioni in grado di riscrivere le regole della gioielleria mondiale e ha lanciato nuove tendenze divenute icone del design contemporaneo.

DALL’ARGENTO ALL’ORO


Le magnifiche creazioni d’argento di Sotirio Bulgari, tanto apprezzate dai turisti inglesi in visita a Roma per il tradizionale Grand Tour, rappresentano il primo passo verso il successo della Maison.
Dopo l’apertura del negozio in Via Sistina si assiste all’apertura di nuovi punti vendita in Via Condotti e di altri spazi dedicati ai turisti.
Una volta pronti ad affiancare il padre nella gestione del marchio, Giorgio e Costantino Bulgari hanno un’intuizione: da quel momento la Maison di famiglia avrebbe dovuto concentrarsi sull’Alta Gioielleria, facendo leva sulla florida tradizione argentiera.

Le prime creazioni di Alta Gioielleria degli anni Venti riflettono ancora il design della scuola tradizionale francese e abbinano platino e diamanti alle geometrie stilizzate dell’Art déco.
A partire dagli anni Quaranta lo stile squisitamente italiano di Bvlgari inizia a prendere forma grazie all’introduzione di nuovi elementi come il luccichio solare dell’oro giallo e le sinuose spirali delle creazioni Serpenti.

COLORI AUDACI E STILE ECLETTICO


A metà degli anni Cinquanta Bvlgari compie un ulteriore passo avanti proponendo audaci combinazioni cromatiche tra pietre preziose e pietre colorate.
Ispirato alle cupole del panorama romano, il cabochon diventa un elemento distintivo della Maison ed è impiegato per esaltare il vivace colore delle gemme.

Durante i gloriosi anni della Dolce Vita il negozio di via Condotti diventa una delle mete preferite della mondanità e delle celebrità internazionali, contribuendo a consolidare la fama internazionale della Maison. Cavalcando l’onda del successo, all’inizio degli anni Settanta Bvlgari conquista l’Europa e gli Stati Uniti.
I fratelli Bulgari della terza generazione infondono nuova linfa creativa attingendo da innumerevoli fonti di ispirazione che spaziano dall’Estremo Oriente alla Pop Art e incontrano il gusto della donna moderna e dinamica.
La loro visione pionieristica conduce all’affermazione dell’orologio BVLGARI BVLGARI, che diventa ben presto un grande classico e una dichiarazione di stile senza precedenti.

GIOIELLI MODULARI E MATERIALI INSOLITI


Tra gli anni Ottanta e Novanta Bvlgari continua a innovare e lancia gioielli distintivi e versatili, perfetti sia di giorno sia di sera.
La gioielleria modulare rappresenta la soluzione ideale a tutte le esigenze delle donne. Questa tecnica prevede la creazione di un singolo elemento dallo stile deciso che viene poi riprodotto e combinato con un’ampia gamma di materiali preziosi, tra cui ematite, corallo, acciaio e pavé di diamanti, dando vita a infinite proposte.

Grazie a uno sconfinato spirito creativo, una serie di materiali insoliti viene impiegata nella creazioni di gioielli e orologi, raggiungendo vertici di raffinatezza mai toccati prima: acciaio, porcellana, seta e legno impongono nuove frontiere del lusso e danno vita a creazioni belle da vedere e da indossare, che si adattano come una seconda pelle.